SFIDE AMBIENTALI

Transizione energetica

+178

GW

la nuova capacità energetica rinnovabile installata nel 2017
– secondo REN21, Renewables 2018 Global Status Report –

7.200

COMUNITA’

con una popolazione totale di 225 milioni di persone, si sono impegnate a ridurre le emissioni di CO2 del 40% entro il 2030
-secondo REN21, Renewables Global Status Report-

+29.4

GW

stima della nuova capacità di stoccaggio implementata a livello globale entro il 2020
-secondo Navigant Research, Energy Storage for Renewables Integration-

L’ESPANSIONE DELLE RINNOVABILI

I combustibili fossili sono ancora la maggiore fonte di energia oggi, ma le energie rinnovabili stanno crescendo costantemente in capacità.

Secondo l’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA), Renewables 2017, la capacità installata dell’elettricità rinnovabile aumenterà di oltre 920 GW, un aumento del 43% entro il 2022, se confrontata con i dati relativi al 2016.

Una tale crescita è indotta principalmente dalle direttive emanate a supporto della transizione energetica e dal progresso tecnologico.

Affrontiamo problematiche
ambientali

GLI ATTUALI OSTACOLI ALLA COMPLETA TRANSIZIONE ENERGETICA

I combustibili fossili permettono una stabile produzione di energia, soddisfacendo tutto il fabbisogno in ogni momento.

La natura stessa delle rinnovabili rende la produzione di energia intermittente, essendo essa dipendente dal sole o dal vento per esempio.

L’energia per il consumo, invece, deve essere sempre disponibile, senza interruzioni.
Cio’ rende necessario un sistema di stoccaggio, in modo che l’energia prodotta, eccedente rispetto al bisogno di consumo immediato, possa essere accumulata e utilizzata quando necessario.

LA NECESSITA’ DI UN EFFICIENTE STOCCAGGIO

Molti sono i metodi di stoccaggio di energia disponibili.
Per quanto riguarda lo stoccaggio a lungo termine o stagionale, la trasformazione dell’energia in eccesso in idrogeno è considerata come una soluzione promettente, essendo esso privo di emissioni dannose.
L’Idrogeno, pero’, avendo una bassa densità in termini di energia, deve essere immagazzinato in bombole ad altissima pressione oppure in volumi molto grandi.
Cio’ implica problematiche legate alla sicurezza nel trasporto e nella gestione, rendendo questa soluzione costosa.
Le attività di ricerca e sviluppo devono dunque esplorare sostanze che fungano da vettori di idrogeno e che permettano di superare queste problematiche legate alla natura dell’Idrogeno stesso.

CONTATTI

Contattaci per maggiori informazioni

Siamo felici di supportarvi con qualunque informazione e di indirizzarvi verso il nostro ufficio di esperti piu’ adatto alle vostre esigenze: